Grani Antichi e Pasta Madre
Proprietà virtù ricette - Conoscere la salute per conservarla
Seguimi su telegram: https://t.me/cibodellasalute




Se si scopre di essere positivi al SARS-COV2, sicuramente è necessario contattare subito un medico!!!!

No a Tachipirina e vigile attesa!

Attenzione agli pseudo medici che suggeriscono la tachipirina (che è inopportuna e pericolosa). Il paracetamolo (principio attivo della tachiprina) riduce le scorte di Glutatione ridotto, una condizione particolarmente grave per la risposta antiossidante e antinfiammatoria dell’individuo: il suo esaurimento è cruciale per il peggioramento della COVID-19. L’uso del paracetamolo per trattare a casa i sintomi lievi della COVID-19, in particolare negli anziani con comorbilità, ha notevolmente aumentato il rischio di ricovero per dispnea da polmonite interstiziale.

Oppure una vigilante attesa: è necessario infatti un intervento precoce… attendere potrebbe (dico potrebbe perché non è detto) aggravare la situzione.

Il livello di gravità è legato chiaramente alle pregresse condizioni di salute. I soggetti più a rischio, lo sapppiamo, sono gli obesi e chi soffre di patologie quali ad esempio il diabete di tipo 2.

Quindi, NO a tachipirina e vigile attesa! Meglio dunque contattare un medico di terapia domiciliare.

Aiutiamoci con una dieta antinfiammatoria

Ciò che peggiora la condizione è uno stato infiammatorio pregresso. Ecco perché è importante, sempre ed in ogni caso (anche per prevenire patologie ben più gravi) seguire una dieta antinfiammatoria.

E sappiano bene che con una dieta prevalentemente vegetale è più basso il rischio di forme gravi della malattia Covid-19: quindi

Prevenire è decisamente meglio che curare.

Ridurre stress ossidativo ed infiammazione

Durante una infezione virale, i nostri leucociti (cellule del nostro sistema immunitario) producono radicali liberi per cercare di neutralizzare i patogeni (la cosiddetta respiratory bust). Per cui, questo potrebbe indurre uno stress ossidativo, aggravato dall’assunzione di paracetamolo che riduce le scorte di glutatione ridotto, substrato essenziale per la risposta antiossidante. Questo causa una disregolazione delle risposte immunitarie, in particolare delle funzioni mediate dai linfociti T.

RIGENERARE IL GLUTATIONE

Possiamo aiutarci con l’assunzione di N-Acetilcisteina (NAC): si tratta di una molecola che deriva dall’amminoacido cisteina. E’ uno dei più potenti antiossidanti conosciuti. E’ infatti in grado di eliminare i radicali liberi, rigenerando il glutatione ridotto (GSH).

Per la rigenerazione del Glutione, meglio NAC: dopo somministrazione orale, infatti, il glutatione va incontro ad una serie di modificazioni nel tratto gastrointestinale che ne impediscono l’assorbimento. A meno che la somministrazione di glutatione in per via sublinguale oppure in forma liposomiale.

MUCOLITICO E ANTINFIAMMATORIO

Oltre che come antiossidante, il NAC è mucolitico e auta la rimozione delle secrezioni polmonari

Agisce anche come antinfiammatorio: blocca infatti l’attivazione di NF-kB (ne abbiamo già parlato a proposito del tè verde), ovvero un fattore di trascrizione che induce l’espressione di geni che codificano per citochine proinfiammatorie.

Quando NF-KB è “acceso”, parte l’infiammazione cellulare. Quando è spento, si spegne l’infiammazione. L’inibizione di questo fattore è una proprietà anche di molti fitomposti (ad esempio, i Glucosinolati delle crucifere): da cui anche la loro azione antitumorale (anti-angiogenetica, pro-apototica ed anti proliferativa).

La molecola di NAC insomma e una valida strategia nella lotta al COVID-19.

Riduzione rischio trombi

N-Acetilcisteina riduce il rischio di eventuali complicanze trombo-emboliche (ad esempio a seguito di danni della proteina spike). 

Nac (N-Acetilcisteina)

Naqu - 30 Compresse

Un aiuto dai Polifenoli

Il Vir Plus (di seguito riportato), oltre al Nac, contiene anche quercetina ed esperidina, di cui abbiamo già parlato a proposito dei polifenoli.

  • Per quanto riguarda la quercetina, uno studio internazionale, al quale ha partecipato l’Istituto di nanotecnologia del Consiglio Nazionale delle Ricerche, indica che potrebbe fungere da inibitore specifico del coronavirus Sars-CoV-2, il virus responsabile del Covid-19, mostrando un effetto destabilizzante su una delle proteine (l’enzima 3CLpro) coinvolta nella replicazione del virus. Utile quindi anche per il Covid-19.
  • L’esperidina, oltre ad avere  proprietà antiossidanti e antinfiammatorie, ed influenzare il comportamento e l’attività del microbiota, ha recentemente attirato l’attenzione dei ricercatori per il suo legame alle proteine responsabili della replicazione virale del SARS-CoV-2. Utile nel trattamento del covid-19.
Vir Plus

ATTENZIONE AL FLUIMICIL!

Attenzione ad alcuni medicinali come il Fluimucil, che pur avendo N-Acetilcisteina come principio attivo, hanno come eccipienti l’aspratame (che aumenta il rischio di tumori) oppure zucchero e saccarina (che aumentano l’infiammazione e favoriscono disbiosi intestinale).

PRECAUZIONI PER IL NAC

Consultare prima il proprio medico in caso di patologie gatro-enteriche.

In caso di gravidanza o di allattamento al seno, il Nac dovrebbe essere autorizzato dal proprio ginecologo/medico.

Migliorare l’integrità dell’endotelio

Sappiamo che la proteina spike può danneggiare l’endotelio vasale. Possiamo aiutarci con la vitamina C (senza però esagerare).

La vitamina C è infatti importante per la sintesi del collagene, quindi per l’integrità dell’endotelio vasale.

La sua somministrazione è in grado di ripristinare la disfunzione della parete vasale presente nei pazienti, con patologia coronarica.

Vitamina C 1000 - Integratore di Vitamina C, Acerola e Rosa Canina

Riequilibrare il microbiota

Oltre che con la dieta, possiamo aiutarci con microrganismi probiotici. Particolarmente interessante è il Saccharomyces boulardii che

  • Favorisce il ripristino del normale ecosistema intestinale
  • Previene le infezioni causate da Escherichia coli
  • è un naturale antagonista di Candida albicans, prevenendone colonizzazioni patologiche
  • Stimola la produzione di IgA, evitando l’adesione di virus e batteri alle cellule epiteliali (meccanismo di immunoesclusione)
  • Ripristina le giunzioni che tengono insieme le cellule della parete intestinale
  • Essendo un lievito, non viene inibito dall’azione degli antibiotici. Risulta dunque molto interessante anche durante una terapia antibiotici.
Fermenti Lattici Flora - 50 Capsule

Se Prendete FANS, il kuzu è un gatropotettore

Qualora il medico vi prescriva FANS (antinfiammatori non steroidei, tipo Aspirina), è importante proteggere lo stomaco. Un aiuto viene dal Kuzu: qui trovate informazioni e come utilizzarla.

Ricordo che farmaci come gli inibitori di pompa protonica interagiscono con l’aspirina (e i FANS in genere), riducendone l’assorbimento. E’ importante sentire il proprio medico.

Senza dimenticare la vitamina D

Tra le tante fake promosse dal ministero della salute, oltre al pericoloso protocollo “Tachipirina e Vigile Attesa“, c’è quella sulla vitamina D.

Studi condotti sulla vitamina D dimostrano chiaramente che la sua carenza si associa alle forme più gravi di Covid.

Buoni livelli di vitamina D parrebbero correlati a un minore rischio di sviluppare gravi difficoltà respiratorie ed esiti letali in caso di infezione da SARS-Cov-2

Importante è una assunzione giornaliera e, per dosi superiori alle 4.000UI, potrebbe essere indicato assumere anche la K2, lontano dalla D3.

Vitamina D3

Vitasyg - Kit Integratore di Vitamina D3 + K2


Immagini prese dalla rete e RIMOVIBILI su semplice richiesta

Articolo riproducibile citando la fonte con link al testo originale pubblicato su Il Cibo della Salute di Silvia Petruzzelli.


TI VA DI AIUTARMI A SOSTENERE QUESTO SITO?
Se acquisti ingredienti o libri o altro sul sito Macrolibrarsi, puoi inserie il codice partner 5496 (fase 4 del carrello), ricambiando la condivisione delle informazioni divulgate sul sito. In questo modo, puoi aiutarmi a sostenere le spese del blog.
GRAZIE!


HAI BISOGNO DI UNA CONSULENZA ALIMENTARE?
Puoi richiederla a questo link .